Il 9 giugno a Drama Teatro ultimo appuntamento con il “Festival Città e Città”. Fino alle ore 18 l’installazione “Ulisse e Penelope”, alle 17 e 18:30 “Ssshhh…” spettacolo de I Sacchi di Sabbia e alle 21:30 “L’altro giorno” spettacolo di Teatro Elettrodomestico

In Teatro

Prosegue l’attività di Drama Teatro (via Buon Pastore 57) con il Festival Città e Città il festival estivo del Drama Teatro. Da giovedì 6 a domenica 9 giugno il teatro sarà aperto alla città dalle 10:00 alle 24:00 con una installazione permanente, incontri, spettacoli, e poi mercatino di libri, bar e buffet. 

“Pensiamo al teatro – spiega Magda Siti di Drama Teatro – come a un presidio culturale, per questo andiamo verso un’ampliamento degli orari d’apertura e un ampliamento anche dei contatti e dei rapporti con il territorio,  scuole, nuove compagnie, istituzioni, quartieri. Per quanto riguarda Città e Città vogliamo fare di questo luogo un posto familiare dove si resta a lungo per chiacchierare, leggere, commentare gli spettacoli e conoscere da vicino gli artisti. C’è il mercatino di libri, il bar e il buffet  per cenare in giardino con gli attori. Siamo aperti per il festival dalle 10 a mezzanotte, ma chi vuole può restare a farsi un cocktail anche anche a notte fonda”.

IL PROGRAMMA

fino a domenica 9 – dalle 10:00 alle 18:00
Ulisse e Penelope // installazione a cura di Artisti Drama

Cartoline di mostre d’arte che diventano piccoli telai.
Immaginatevi che Ulisse e Penelope durante i vent’anni di separazione avessero potuto scriversi delle cartoline.
Così il filo di Penelope è stato intrecciato, legato, aggrovigliato dalle mani dei bambini, per raccontarci la separazione, l’attesa e i mostri reali o interiori. Solo in seguito gli stessi bambini hanno fatto nascere i messaggi scritti tra i fili, con la voce di Penelope oppure con quella di Ulisse.
Poche ore trascorse insieme ma significative per l’incontro “artigianale” con i ragazzi, per ascoltare i loro pensieri, cercare il senso delle parole e l’astrazione dalle immagini figurative.

L’installazione è frutto dei laboratori condotti con sei classi del Comprensivo 3 di Modena inserito nel progetto “Educare alle differenze per promuovere la cittadinanza di genere” promosso dal Comune di Modena e sostenuto dalla Regione Emilia Romagna.

domenica 9 giugno
ore 17:00 e 18:30 – Ssshhh… // spettacolo de I Sacchi di Sabbia

ideazione e regia Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri
in scena Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Rosa Maria Rizzi
libri di Giulia Gallo

Ingresso riservato a massimo 20 persone per ogni replica.

Il libro pop-up è stato un elemento ricorrente nella ricerca teatrale dei Sacchi di Sabbia degli ultimi dieci anni. SSSHHH… è il primo, silente tentativo di raccontare questo percorso: una selezione di libri – costruiti per lo più per performance site-specific o per spettacoli mai realizzati – saranno sfogliati dagli attori della compagnia, offrendo al visitatore una sorta di docu-film artigianale su alcune delle tappe più significative di questa ricerca.
Dalla sacralità de La Passione di Clermont-Ferrand, alla fantascienza de L’invasione degli Ultracorpi e di Viaggio Allucinante, passando per i prototipi per l’infanzia, SSSHHH… è un imperativo gioioso, un invito a godere l’impalpabile delicatezza delle immagini in movimento.
ore 21:30 – L’altro giorno // spettacolo di Teatro Elettrodomestico

di e con Eleonora Spezi e Matteo Salimbeni
testi di Pablo Noriega e Matteo Salimbeni
scena e pupazzi Eleonora Spezi
in coproduzione con Nata Teatro e Diffusioni/KanterStrasse, con il sostegno de Il Lavoratorio, Teatro del Lavoro, Atto Due produzione esecutiva Atto Due

L’altro giorno è la traduzione teatrale di una serie di video d’animazione di Pablo Noriega, un artista argentino che da alcuni anni disegna le avventure di un tizio a cui capitano delle cose veramente incredibili: svegliarsi un mattino e scoprire d’essere stato eletto Presidente della Repubblica, incamminarsi verso le poste e perdere d’improvviso il pisello.
Accadimenti fantastici che ribaltano la realtà come un calzino e che ci permettono di osservare da vicino, con ironia, le assurdità, le ingiustizie e le contraddizioni della nostra vita.
L’altro giorno è uno spettacolo di figura per adulti. Due attori, seduti a un tavolo, si trovano in uno spazio domestico, forse una cucina, forse la loro. Lì si sentono a casa e così vorrebbero si sentisse anche il pubblico. Contro il logorìo della vita moderna non ci resta che arrenderci al fatto che tutto ciò che facciamo può avere delle conseguenze devastanti, che l’imprevisto è più prevedibile di noi, che morire dal ridere è un degno finale, ma che la fine comincerà sempre con l’altro giorno.

Extra
Al secondo piano della torre troverete l’installazione “Ulisse e Penelope”. Nel foyer, dalla mattina a sera, potrete leggere, prendere un caffè al bar, curiosare nel mercatino di libri usati.
In cortile, tutti i giorni a partire dalle 20:00, sarà allestito il catering di Fusorari (costo 8€)

“Non c’è fretta nel teatro. Il teatro è qualcosa che accade se lo si aspetta, è un momento fugace e bisogna essere presenti per coglierlo.
Il teatro diviene una città, luogo di relazione tra artisti e cittadini, un teatro aperto tutto il giorno, un punto di riferimento.
Alla città comunemente intesa come luogo sempre più individuante, se ne affianca un’altra tra le mura del Drama in cui tempo e spazio si dilatano per dare forza alle relazioni artistiche”.

Scopri il programma del festival

Info: www.dramateatro.it, tel 059 7872766 / 328 1827323

Mobile Sliding Menu