Altro Suono: il 10 maggio Hevia col nuovo progetto “Al Son Del Indianu”

In Eventi

Prosegue l’Altro Suono Festival, la bellissima rassegna di concerti dedicata, come di consueto, alla musica di confine attraverso generi musicali diversi. Il festival è anche quest’anno l’occasione per il Teatro Comunale di attivare collaborazioni e sinergie con istituzioni musicali cittadine e regionali, quali AngelicA, Emilia-Romagna Festival, il Centro Musica, progetto regionale in capo al Comune di Modena, l’Istituto Musicale Vecchi-Tonelli e, per quanto riguarda la rassegna Dentro le Note, con l’Università di Modena e Reggio Emilia.

Il programma dei concerti prosegue il 10 maggio con Hevia che con la sua band proporrà il nuovo progetto, Al Son Del Indianu, un percorso di riscoperta attraverso l’America latina alla ricerca delle tradizioni asturiane giunte a Santo Domingo e Cuba attraverso l’immigrazione spagnola.

Josè Angel Hevia cornamusa elettronica, gaita, flauti
Maria Josè Hevia percussioni
Roberto Jonata tastiere, synth
Michele Lavarda basso elettrico
Giulio Zanuso batteria

Hevia, famoso in tutto il mondo come esecutore e inventore della cornamusa elettronica, ha reinterpretato la musica tradizionale spagnola dandole nuova popolarità, con milioni di album venduti in tutto il mondo. Ha vinto dischi d’oro e di platino in Italia, Ungheria, Belgio, Danimarca, Nuova Zelanda e Portogallo.

Il successo presso il grande pubblico è arrivato con le note di Busindre reel, dall’album No Man’s Land. Hevia è fra i protagonisti della world music e a lui si deve la popolarità di uno strumento musicale prima d’ora legato solo alle sue origini folkloriche. Nato a Villaviciosa, nelle Asturie, ha iniziato nel 1997 la sua carriera solista con Tierra de Nadie, suo primo successo. Il disco, supportato da un tour mondiale, è stato pubblicato in più di quaranta paesi, in molti dei quali ha raggiunto i primi posti nelle classifiche di vendita. Nel 2000 è uscito il secondo album Al Otro Lado – Al otru llau che ne rinnova i successi, con altre tournée in posti vecchi e nuovi. È stato ospite di importanti eventi, anche in Italia, fra i quali il Concerto di Natale (del 2012 su Rai2 e del 2015 su Canale5), Ravello Festival e La Notte della Taranta. Nel 2018 è uscito il nuovo progetto che si ascolterà ad Altro Suono:  Al Son Del Indianu

Il 13 maggio alle 20.30 si vedrà la nuova Opera Rock, concept album in forma semiscenica prodotto da Teatro Comunale e Centro Musica di Modena con talenti emergenti vincitori del concorso regionale giunto alla sua quarta edizione.

Elements Trio (17 maggio, Chiesa di San Barnaba) unisce il talento originale del sassofonista e compositore americano George Brooks, della violinista indiana Kala Ramnath e dell’arpista olandese Gwyneth Wentink. Il Trio, unico e avventuroso nel suo progetto musicale, combina generi e pratiche diverse traendo ispirazione da un ampio spettro di patrimoni musicali, dal raga indiano, alla musica minimalista, al jazz nella costante ricerca di una “Alchimia della felicità”.

Arrangiatore, produttore, bassista e instancabile innovatore nato a Philadelphia, Jamaaladeen Tacuma è stato negli anni Settanta membro di Prime Time, la band elettronica di Ornette Coleman e sarà ospite per una residenza artistica presso la Torre_71MusicHub del Centro Musica di Modena dal 13 al 17 maggio. Al termine di un workshop con giovani musicisti, il jazzista americano presenterà, il 18 maggio (Auditorium Marco Biagi), una jazz-opera in collaborazione con il Teatro Comunale e l’Istituto Musicale Vecchi-Tonelli per la direzione di Marco Visconti-Prasca.

INFORMAZIONI
Biglietteria
corso Canalgrande 85, telefono 059 203 3010
e mail biglietteria@teatrocomunalemodena.it
Orari: martedì 10 – 19, mercoledì, giovedì e venerdì 16 – 19, sabato 10 – 14 / 16 – 19.
Acquisto telefonico abbonamenti e biglietti:
da lunedì a venerdì 10.30 – 13.30, tel 059 203 3010
Acquisto biglietti online : www.teatrocomunalemodena.it

 

Mobile Sliding Menu