Chiude la rassegna di danza Trittico d’Autunno Il 14 e il 15 dicembre al Teatro Storchi la prima assoluta per “Joie de vivre” della Compagnia di Simona Bertozzi

In Teatro

In attesa dell’avvio del cartellone di Modena Danza, che partirà a gennaio 2019, la Fondazione Teatro Comunale di Modena ha programmato una breve rassegna di danza autunnale  dal titolo “Trittico d’Autunno” che  dà spazio, come in passato, alla scoperta di realtà meno note e di provenienza nazionale.

La rassegna si conclude il 14 e il 15 dicembre con una Prima Assoluta al Teatro Storchi dove viene presentato in collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione, Joie de vivre, firmato da Simona Bertozzi per la compagnia da lei fondata a Bologna nel 2008 e divenuta oggi una realtà di interesse nazionale e internazionale nell’ambito della danza contemporanea e di ricerca.

Joie de vivre

Ideazione e coreografia Simona Bertozzi
Canto Giovanni Bortoluzzi, Ilaria Orefice
Regia del suono e musica Francesco Giomi
Drammaturgia Enrico Pitozzi
Progetto luci e scenografia Simone Fini
Costumi Katia Kuo

Interpreti Inkeun Baik, Wolf Govaerts, Manolo Perazzi
Sara Sguotti, Oihana Vesga

Una produzione di
Emilia Romagna Teatro Fondazione
Fondazione Teatro Comunale di Modena
Associazione Culturale Nexus

Con il contributo di MIBACT, Regione Emilia Romagna
Fondo Regionale per la Danza d’Autore

Con il sostegno di Fondazione Nazionale della Danza – Aterballetto
Arboreto Teatro Dimora di Mondaino

Durata dello spettacolo: 60 minuti

Coreografa e danzatrice, Simona Bertozzi ha fondato nel 2008 a Bologna la sua compagnia, divenuta una realtà di interesse nazionale e internazionale nell’ambito della danza contemporanea e di ricerca. Tra le creazioni si ricordano Elogio de La Folia su musiche di Arcangelo Corelli, coprodotto da Ravenna Festival (2013), Guardare ad altezza d’erba, per la Biennale Danza di Venezia (2014), Animali senza Favola, con ERT nel 2014 e And it burns, burns, burns, finalista premio UBU nel 2017. A partire dal comportamento delle forme di vita più antiche e diffuse del pianeta, le piante, Joie de vivre opera una ricerca coreografica per indagare quelle attitudini emergenti che tutti, vegetali e umani, mettono in atto nell’incessante tentativo di giungere a uno stato di “felicità”. Joie de vivre è lo slancio vitale che informa ogni azione. È la propulsione organica che attraversa e configura atteggiamenti anatomici e risposte ambientali nell’esperienza di sé, degli altri, del territorio, del proprio habitat.

BIGLIETTI ONLINE

Venerdì 14 dicembre, alle 18.30 incontro con Simona Barozzi condotto da Enrico Pitozzi

#1 Emilia’s dance story
Incontro con Enrico Pitozzi

Di là dalla dorsale degli appennini, sulla piana sterminata dell’Emilia Romagna, i corpi non si fermano mai, perché lavorano, producono, cucinano, mangiano, corrono: insomma danzano. Ogni giorno costruiscono un loro segreto ritmo, scandiscono con i corpi il proprio tempo, che trapassa poi nelle forme e nelle creazioni delle grandi compagnie, degli importanti teatri e delle tantissime realtà che fanno la civiltà della danza di questa regione.

Enrico Pitozzi, dramaturg e studioso di estetica e filosofia del teatro e della danza, professore all’Università di Bologna, ci accompagna – attraversando la terra d’Emilia – in un viaggio nell’arte del movimento.

L’incontro è un modo per incontrare e approfondire la nuova ricerca coreografica di Simona Bertozzi ispirata alla natura del gesto, in occasione del debutto nazionale del suo nuovo spettacolo Joie de vivre, in scena al Teatro Storchi il 14 e il 15 dicembre.

L’appuntamento è promosso da Emilia Romagna Teatro Fondazione in collaborazione con il Teatro Comunale Luciano Pavarotti e l’Associazione Amici dei Teatri Modenesi.

Al termine brindisi augurale con tutti i presenti

Ingresso libero

 

Foto Luca del Pia

 

Mobile Sliding Menu