Terramara di Montale. Appuntamento domenica 22 con la lavorazione della pelle e il 25 con la realizzazione di ormanenti

In Provincia

Il Parco archeologico della Terramara di Montale propone tante iniziative per scoprire come vivevano i nostri antenati preistorici 3.500 anni fa: scavare come archeologi, superare la prova del fuoco, svelare il segreto di oggetti misteriosi, rivivere le atmosfere di una Terramara con i suoi abitanti al lavoro, cimentarsi in laboratori manuali per adulti e bambini. La nuova stagione della Terramara di Montale prosegue con appuntamenti a tema tutte le domeniche e festivi fino al 10 giugno.

Il programma prosegue domenica 22 aprile con il Laboratorio per creare piccoli contenitori di pelle. Armature, abiti, calzari, ma anche gerle e bisacce, finimenti per la bardatura del cavallo e lacci utili ai più svariati usi, anche al tempo delle Terramare venivano prodotti con pellame ottenuto dalla caccia e dall’allevamento. Gli esperti in antiche tecniche artigianali presenteranno dimostrazioni che vanno dalla concia agli innumerevoli utilizzi della pelle degli animali da parte dei nostri antenati. La lavorazione della pelle, infatti, è una delle attività umane dalle origini più remote, che nell’Età del bronzo si arricchisce di tecniche legate all’uso di strumenti in metallo, oltre che di spatole e raschiatoi in corno di cervo e selce.

Al parco, bambini e ragazzi guidati da Luca Pellegrini e Maria Elena Righi, saranno coinvolti in un laboratorio artigianale per realizzare originali contenitori in pelle da personalizzare (consigliato per bambini e bambine dai 6 ai 13 anni di età).

Il 25 aprile è la volta di “Gli ornamenti al tempo delle terramare” per scoprire materiali e tecniche di realizzazione degli antichi monili con laboratori creativi con perle di ceramica e filo di rame. Domenica 29 è in programma un appuntamento speciale, in cui il villaggio di Montale grazie a una rievocazione in costume, si anima di figure impegnate in attività quotidiane: artigiani al lavoro, donne al focolare e al telaio, guerrieri armati di spade e pugnali.

A maggio, archeobotanica e archeozoologia sono spiegate con presentazioni mirate: “Osso per osso, dente per dente!” per comprendere la storia dell’alimentazione attraverso lo studio delle ossa animali (1 maggio) e “Erbe e benessere” per conoscere le piante che hanno avuto un ruolo fondamentale nell’alimentazione, nell’igiene e cura della persona fin dalla preistoria, con degustazioni di infusi freddi e un laboratorio alla scoperta di profumi, colori e sapori delle erbe aromatiche con un piccolo orto da coltivare (20 maggio) in collaborazione con Orto Botanico di Modena e Erboristeria Tasso Barbasso di Montale.

Una estemporanea esposizione di fotografie della fashion photographer Stella Bonasoni, realizzate al Parco per “L’Officiel Magazine” con abiti di haute couture, accompagna l’appuntamento “Nei loro panni” (27 maggio).

Ai laboratori per bambini e ragazzi collegati a dimostrazioni di “Metallurgia del bronzo” (6 maggio), e “Scheggiatura della selce” (2 giugno), si aggiungono due atelier aperti anche agli adulti in occasione di “Intrecci di salice” (13 maggio) e “L’arte del vasaio” (3 giugno).

Chiuderà la stagione, domenica 10 giugno, una giornata a ingresso gratuito all’insegna della partecipazione, in cui ciascuno potrà dare il proprio contributo alla cura del Parco. Saranno allestiti piccoli cantieri per semplici interventi di ricostruzione e in cambio sarà offerto un buffet e un biglietto omaggio per l’autunno.

La Terramara di Montale in via Vandelli (Nuova Estense), apre al pubblico le domeniche e i festivi dall’1 aprile al 10 giugno. Orari: 9.30-13.30 e 14.30-18.30 (ultimi ingressi 11.45 e 17.30). Le visite sono guidate con partenza ogni 45 minuti per gruppi di max 50 persone. Ingresso intero € 7, ridotto € 5, gratuito fino a 5 e oltre 65 anni; presentando il biglietto del MuSa – Museo della Salumeria di Castenuovo Rangone ingresso ridotto. Ingresso gratuito tutte le prime domeniche del mese. Tel. 059 2033101 (9-12 da martedì a venerdì; 10-13 e 16-19 sabato e domenica). Programma completo e informazioni per organizzare la visita sul sito (www.parcomontale.it email museo@parcomontale.it). Facebook “parcomontale”.

 

Mobile Sliding Menu